lunedì 21 novembre 2016

Meringhe alla mandorla con zabaglione al passito

tempi di preparazione : 25 minuti

porzioni 8

ingredienti : 

250 g farina di mandorle
200 gr zucchero a velo
50 ml di acqua
6 albumi ( i tuorli le teniamo per lo zabaglione)
200 gr zucchero semolato

Preparazione :

Setacciamo la farina di mandorla con lo zucchero a velo aggiungiamo tre albumi e mescoliamo
nel frattempo sciogliamo lo zucchero semolato con l'acqua in un pentolino e come inizierà a bollire togliamolo dal fuoco.
Prendiamo una bastardella (ciotola capiente) e mettiamo tre albumi e con uno sbattitore elettrico le montiamo belli fermi e aggiungiamo a filo lo zucchero che abbiamo sciolto, la meringa deve risultare ben soda e lucida a questo punto prendiamo metà meringa e la mettiamo assieme l'impasto di mandorla cerchiamo di mescolare dal basso verso l'alto quando sarà ben amalgamato aggiungiamo la restante meringa completiamo la mescolatura e mettiamo dentro a delle   sac à poche.
Rivestiamo una teglia con della carta da forno e formiamo dei dischetti di tre o quattro centimetri distanti due centimetri tra loro,  
mettiamo in forno per 13 minuti a 160 gradi quando iniziano a scurirsi possiamo toglierli e lasciarli raffreddare.


Zabaglione al passito:

Ingredienti : 
6 tuorli
150 gr di zucchero 
1/2 bicchiere di passito ( passito di Caluso o Pantelleria si può usare anche il marsala ma per questa combinazione con le meringhe preferisco il passito)

Preparazione :

Prepariamo due pentole in una mettiamo l'acqua e facciamo la prova che l'altra pentola entri a contatto con l'acqua per cuocere a bagno maria.
Accendiamo la pentola con l'acqua e lasciamola scaldare nel frattempo a freddo mettiamo i tuorli e lo zucchero e con l'aiuto di una frusta elettrica a velocità bassa iniziamo a mescolare senza mai fermarsi quando i tuorli e lo zucchero prenderanno un colore chiaro e spumoso aggiungiamo il passito, sempre mescolando con la frusta mettiamo la pentola dentro all'acqua calda, dovete fare attenzione che l'acqua non bolla ma resti sempre a temperatura, continuando a mescolare la nostra crema inizierà a gonfiare e addensarsi come inizia a scendere lo zabaglione sarà pronto e possiamo servirlo caldo e se invece vi piace freddo continuate a mescolare finché non sarà freddo, potete trasferitelo dentro dei contenitori di portata e trasferirlo dentro al frigorifero per almeno due ore. Questo zabaglione sarà soffice come una mousse molto delicato al palato e vellutato.


Nessun commento:

Posta un commento